Richiesta preventivo

­

[yith_ywraq_request_quote]

Chi siamo

L’attività dell’apicultura inizia nel 1975 ad opera di Carmelo Zanatta, che riceve in dono da un amico le prime arnie.

Partendo da solo 2 arnie l’attività si è espansa, con corsi teorici e pratici tenuti da varie associazioni di apicultori. Con il supporto della comunità di apicultori locali le arnie sono diventate 10, fino ad arrivare alle attuali 90 sparse tra Arogno e Bellacima di Stabio. L’attività apistica si sviluppa anche sul nomadismo, per consentire la produzione di grandi varietà di miele, come il rinomato miele di montagna.
Da questo anno ispettore di apiari con formazione a Friburgo, gestisce per conto dell’ente veterinario tutte le arnie del mendrisiotto, per assicurare la salute e il benessere delle api.

Maria Giuseppina, nel frattempo, raccoglie frutta e fiori locali di persona o grazie a conoscenti ed amici e prepara marmellate di ogni genere, in casa, come da tradizione.

Informazioni di contatto

Via Pusterla 5, 6855 Stabio, Ticino

Ufficio : +41 91 647 12 84
Natel : +41 77 428 22 42
Mail : info@ilpungiglionezanattamiele.ch

Contattaci per maggiori informazioni

[contact-form-7 id=”12″ title=”Modulo di contatto 1″]

Come dolcificante di Bevande

Spremuta di limone al miele (molto gradevole) – Un abbondante cucchiaio di miele liquido in un bicchiere d’acqua (non ghiacciata) e il succo di un quarto di limone.

Bibita al miele – Versare dell’acqua freschissima in una brocca di vetro, aggiungere tre cucchiaiate di miele e tre di aceto purissimo e rimescolare il tutto. Questa bevanda è straordinariamente dissetante.

Thè freddo al miele – Un abbondante cucchiaio di miele liquido in una tazza di thè freddo e il succo di mezzo limone.

Latte e miele – Incontestabile è l’efficacia del latte e miele contro la tosse e mal di gola, catarri e simili disturbi. Una buona tazza di latte bollito fortemente raddolcito con miele per tre 0 quattro sere prima di andare a letto toglie benignamente i disturbi predetti. Se il troppo dolce vi è sgradevole aromatizzare con alcune gocce di succo di limone 0 d’arancia.

Come companatico negli spuntini

Su fette di pane freddo – Su fette di pane freddo ottima è una crema ottenuta mescolando con una spatola, volumi di miele solido con burro freschissimo.

Con la frutta cotta – Due cucchiai di miele dolcificano gradevolmente una porzione di frutta cotta. Il tenue potere lassativo del miele si aggiunge a quello della frutta cotta.

Dessert al miele – Alla fine dei pasti un cucchiaino di miele su di un biscotto o un crostino di pane costituiscono un ottimo dessert che facilita la digestione diminuendo 0 eliminando la pesantezza e la sonnolenza del dopo pasto.

Yogurt al miele – Condire un vasetto di yogurt con un cucchiaio di miele ed un cucchiaio di fragole 0 mirtilli ( o qualunque frutta si preferisce). Questo modo di condire lo yogurt è molto gustoso e nutriente.

Cure al miele

Fegato – Un cucchiaio tutte le sere prima di coricarsi. Si scioglie in un po’ d’acqua.

Disturbi intestinali – Un cucchiaio da caffè in mezzo bicchiere d’acqua dopo i pasti.

Ulcera – Un cucchiaio da cucina di miele al mattino e uno alla sera prima di coricarsi sciolto in mezzo bicchiere d’acqua.

Malattie del cuore – Tre cucchiai da cucina sciolti in mezzo litro d’acqua, in qualsiasi ora della giornata

ATTENZIONE IMPORTANTE! – La cristallizzazione e del miele avviene per processo naturale, per rivederlo liquido é sufficiente riscaldare il vaso a bagnomaria senza superare o 45 gradi centigradi. Conservare in luogo fresco e asciutto e possibilmente all’oscuro.

Prendendo ogni mattina un cucchiaio di miele ci si accorge presto che il miele da vigore per tutta la giornata. Non è slogan ma una constatazione farta da sponivi, da persone che lavorano intensamenta anche intellettualmente nonché da convalescenti. L’uso quotidiano di miele puro, naturale procura energia, benessere e salute.
Ottimo é un consumo costante di 30 gr. al giorno

Metti il miele a tavola

Disciplinare di produzione:

  • la transumanza degli alveari in ambiente montano
  • metodi di raccolta che ne preservano le caratteristiche nutritive ed organolettiche
  • il confezionamento in locali che danno la massima garanzia di igiene e salubrità

Il miele

Prodotto dalle api domestiche dal nettare dei fiori e dalle secrezioni provenienti da parti vive di piante o che si trovano sulle stesse (melafe) e che esse combinano con sostanze proprie, immagazzinando e lasciando maturare nei favi dell’alveare.

Liquido o cristallizzato, chiaro o scuro si ottiene spostando i nostri alveari.

Composizione media:
acqua 17,7%, fruttosio 40,5%, glucosio 34,2%, saccarosio 1,9%, proteine 0,3%, sali minerali 0,2-1%, vitamine, enzimi, inibine ecc.

100 gr. contengono 320 calorie.

Al miele non vengono aggiunti né coloranti né conservanti.

Noi produciamo i seguenti mieli:

Acacia: giallo paglierino, fluido, profinno delicato, dolce consigliato a diabetici leggeri e bambini.

Castagno: bruno rossiccio, liquido, aroma persistente, amarognolo, ricco di polline tannino e sali minerali.

Tiglio: ambrato, liquido, dolce, intenso e persistente.

Melata: scuro con sapore dolce e caratteristico, ricco di sali minerali.

Millefiori: dolce, a cristallizzazione spalmabile.

Abbinamenti consigliati con il formaggio

Miele di Acacia: Erborinati come Gorgonzola,  mozzarella, Provolone e Pecorino.

Miele di Tiglio: Bagoss, Castelmagno e Bitto.

Miele di Castagno:  Caciotta, Caprini Parmigiano Reggiano, Grana padano e Bitto.

Miele di Melata: Pecorino  di montagna Gorgonzola, Fontina, e formaggi di montagna in genere.

Rododendro Montagna: Bra, robiola, Vezzena e formaggi piuttosto piccantini.

Castagno Tiglio:  Bitto, Grana Padano, Parmigiano, e Caprini.

Il miele

E’ il prodotto della trasformazione effettuata dalle api del nettare da esse raccolto sui fiori e sulle piante.

Viene smelato dall’apicultore dopo l’avvenuta maturazione dei favi dell’alveare.

Settori dell’organismo che traggono maggiormente beneficio dal consumo di miele.

Prime vie respiratorie: azione antisettica, decongestionante e calmante della tosse (particolarmente adatti i mieli scuri)

Apparato digerente: azione emolliente, protettiva, stimolante e regolatrice

Muscoli: aumento della potenza e resistenza fisica

Cuore: azione cardiotropa

Fegato: azione protettiva, stimolante, coadiuvante e regolatrice

Rene: azione diuretica

Sangue: azione antianemica

Ossa: fissazione del calcio e del magnesio

Sistema nervoso: azione equilibratrice

E’ un alimento predigerito dall’ape, sane, equilibrato altamente energico (circa 3.000 calorie per Kg.), direttamente assimilabile non sfrutta il nostro organismo per assere utilizzato, grazie alla sua integralità e vitalità.

E’ particolarmente indicato per gli sportivi, per coloro che fanno vita intensa anche intellettualmente, per convalescenti e durante la gravidanza.

I bambini se ne avvantaggiano par la crescita ad il moto, gli anziani per una sana vecchiaia.

ll miele ha anche un’azione antibiotica e batteriostatica naturale, dovuta alla presenza di inibine.

Opportuno é l’uso quotidiano del miele in dosi proporzionate alle diverse attività dell’individuo.

La zona e l’origine botanica del raccolto determinano i diversi tipi di miele. In genere i mieli chiari sono di sapore e aroma delicati mentre quelli scuri sono più’ aromatici e con maggior quantità di oligominerali. Per loro natura la maggior parte dei mieli cristallizzati in tempi diversi; alcuni rimangono a lungo liquidi.

Tutte le operazioni di smelatura ed invasettamento del miele vengono effettuate a temperature ambiente; il riscaldamento e l’eccessiva filtrazione neutralizzano le preziose e vitali sostanze. Di conseguenza si consiglia di consumare il miele allo stato naturale e di addolcire le bevande quando non sono troppo calde.

La conservazione del miele, per lunghi periodi é consigliabile venga fatta in luoghi ed in recipienti sigillati.

Composizione media:

Fruttosio 38%, glucosio 31%, acqua 17%, polisaccaridi 10%, altra sostanze 4%. In particolare: granuli di polline, cera, proteine, ormoni, inibine, pigmenti, aromi, alcooli superiori.

Enzimi: invertasi, diastasi, inulasi, catalasi, fosfatasi, glucosio ossidasi.

Vitamine: A, B1 (tiamina). B12 (riboflavina), B6 (piridossina), PP, acido pantotenico, C, E, K, biotina.

Aminoacidi: leucina, isoleucina, fenilalanina, treonina, alanina, arginina, istidina, ac. asparcico, ac. glutammico, glicina, lisina, serina, valina, prolina, cisteina.

Oligo elementi e minerali: magnesio, silicio, fosforo, zolfo manganese, potassio, sodio, calcio, rame, ferro, cobalto, nikel, litio, cloro, cromo, zinco.

Acidi: folico, citrico, fosforico, cloridrico, acetico, gluconico, formico, butirrico, succinico, malico, lattico, piroglutammico.

[woocommerce_my_account]

[woocommerce_checkout]

[woocommerce_cart]

IMG_1408
IMG_1394
IMG_1413
IMG_1284
IMG_1431
IMG_1256
IMG_1248
IMG_1290
IMG_1214
IMG_1432
IMG_1261

È possibile acquistare miele sfuso in barattoli da 25 kg ad un prezzo molto vantaggioso!
Contattaci per saperne di più

La propoli

E’ sostanza resinosa che l’ape raccoglie dalle gemme di alcune piante. E di colore di solito scuro, vischiosa a caldo, di sapore in genere aspro, da aroma molto delicato e gradevole.

E composta in gran parte da resine e balsami, olii essenziali e sostanze volatili, oltre a residui di cera,  polline e materie organiche.

Molto importanti sono i numerosissimi costituenti sinora identificati, specialmente della classe dei lavonoidi.

Ecco le proprietà essenziali della propoli:

  • antibiotiche e funghicide (azione rilevante su molti ceppi di microbi)
  • anestetiche (azione priva di effetti collaterali)
  • cicatrizzanti antinfiammatorie (stimola la rigenerazione dei tessuti)

E collaudato l’uso della propoli contro i disturbi del cavo orale e certe micosi della pelle.

Attualmente é ancora in fase di studio, in particolare per alcune proprietà antiossidanti e fitoinibitrici.